+39 049 840.111 - infoline visitatori

Nove giorni di esposizione per 800 aziende. Il viatico di Comune e Camera di Commercio

(Padova 12 maggio 2018) Aperta stamane alla Fiera di Padova la Campionaria del 99° anno, data storica rievocata sia nel padiglione della Grande Guerra sia in una mostra sul Centenario della prima Campionaria italiana nata proprio a Padova (in Prato della Valle) nel giugno 1919. A inaugurarla il presidente di Geo SpA Andrea Olivi che ha ribadito il ”Ruolo imprescindibile della Fiera come volano dell’economia e di sperimentazione per il territorio, fin dagli albori quando divenne modello per le fiere italiane”. All’auspicio di un rilancio della Fiera ha risposto per il Comune di Padova l’assessore alle Attività produttive e Commercio Antonio Bressa ribadendo il sostegno della città per ciò che la struttura rappresenta: “Il Comune sta facendo tutti gli sforzi possibili per dare un futuro alla Fiera: se tutti i soggetti interessati si siederanno al tavolo di contrattazione potremo costruire un elemento di innovazione”. Innovazione su cui ha calcato la mano il presidente della Camera di Commercio padovana Fernando Zilio: “La Fiera nacque proprio per volontà del nostro ente camerale e se abbiamo passato una guerra mondiale supereremo anche le difficoltà contingenti. Visitando la Campionaria ho visto molte innovazioni, dai motori elettrici all’alimentare: lo spirito di iniziativa è quindi sempre vivo e abbiamo in animo di incardinare la Fiera nel disegno della nuova Padova che dovrà diventare centrale nell’economia del Veneto costituendo oltretutto uno dei tre vertici del nuovo triangolo Milano – Padova – Bologna”.

Ai saluti dell’assessore comunale Andrea Colasio, di Vincenzo Gottardo consigliere della Provincia e dell’on. Antonio De Poli si è unito quello di Davide Carlucci sindaco di Acquaviva delle Fonti (Ba) capofila dei Comuni dell’associazione Cuore della Puglia, intervenuto a nome della Regione Puglia, regione dell’anno in Campionaria.

Le novità di 800 espositori in mostra

Da oggi a domenica 20 maggio (ingresso libero dalle 10 alle 24 nei week end e dalle 16,30 alle 24 nei feriali) 800 espositori di 25 Paesi in 11 padiglioni su 90.000 metri quadrati presentano le novità per la casa, l’abbigliamento, l’edilizia, l’artigianato; con alcune chicche: da bici, scooter, moto e auto elettriche (in prova gratuita) alle tipicità alimentari di Sicilia, Puglia, Calabria, Basilicata, Campania, Lazio, Umbria, Toscana, Emilia Romagna, Liguria, Veneto, dalle fattorie biologiche delle provincie di Salerno, Grosseto, Padova e della Slovacchia della Rete Wigwam alle offerte turistiche di Croazia, Marche, Sardegna, Seychelles, Sicilia, Toscana, Trentino, Veneto. E poi il più grande luna park indoor del Veneto, la mostra sulla Grande Guerra, il Salone dell’automobile, musica e balli per i ragazzi, fattorie didattiche della Regione Veneto, cani e cavalli con oltre 200 eventi.

Share This