+39 049 840.111 - infoline visitatori

LA GRANDE GUERRA

Padova capitale al fronte 1915-1918.

PADIGLIONE

Rievocazioni storiche del peso che la provincia di Padova ha assunto nel primo conflitto mondiale, attraverso la presentazione di mezzi, documenti, foto e video d’epoca. Se Padova divenne capitale della Grande Guerra, è perché il 27 ottobre 1917, terzo giorno della battaglia di Caporetto, il comando dell’Esercito italiano lasciò Udine per trasferirsi a Padova dove rimase per un anno fino all’armistizio siglato proprio qui.

Con una mostra di mille metri quadrati la Campionaria 2018 rievoca al padiglione 15 la Grande Guerra e il ruolo che allora ebbe l’intera provincia.

Rievocazione che rientra nel progetto Padova da capitale al fronte a città della pace (www.centenariograndeguerra.com) con cui il Comune di Padova – Assessorato alla Cultura commemora i cent’anni dalla fine del primo conflitto mondiale, per raccontare il clima che si respirava in quegli anni. Partecipano all’esposizione: Esercito Italiano, Carabinieri, Comune di Padova, Comune di Asiago, Croce Verde, Museo 3^ Armata (Padova), Museo Risorgimento (Ferrara), Museo della guerra 1915- 18 (Canove), Fondazione Jonathan Aerei Storici (Nervesa della Battaglia), Forte Corbin (Tresche Conca), Associazione Sanità Militare (Milano), Associazione Cime e Trincee (Venezia), Associazione Nazionale Vittime Civili di guerra (Roma), Associazione Assoarma (Padova), Associazione Monte Grappa (Romano d’Ezzelino), Associazione Fronte Sud Altopiano 7 Comuni (Cesuna), Associazione culturale ricerche storiche Pico Cavalieri (Ferrara), Pietro Beretta armi (Brescia), Fiocchi munizioni (Lecco), Officine Reggiane (Reggio Emilia).

Spiccherà in mostra un rosso triplano Fokker, copia autentica di uno dei 320 esemplari del 1917 (attualmente volante e appartenente alla Fondazione Jonathan Aerei Storici). Al centro dello spazio sarà posizionato un autobus FIAT del 1979 di 12 metri (ex Acap Padova) adibito a museo della Grande Guerra, contenente reperti bellici (una sezione dedicata all’uso del gas), modellini dei biplani Caproni e oggetti d’epoca (caricatori di moschetto, schegge di granata, gavette, ecc.), con proiezione di filmati inediti girati nel 1916 da un fotografo di guerra (Museo della guerra 1915 1918 di Canove e Istituto Luce).

La mostra prevede moltissime fotografie e filmati storici, ma anche mezzi usati all’epoca.

www.centenariograndeguerra.com

In collaborazione con:

Share This