Aperol e Itala Pilsen festeggiano in Fiera i loro centenari

I 100 Percorsi del Gusto in Campionaria

Con quello della Campionaria, alla Fiera di Padova dal 31 maggio al 9 giugno si festeggiano anche i due centenari delle ditte Aperol e Itala Pilsen, nate a Padova nel 1919, proprio come la Fiera. Come anticipato il 16 aprile scorso nella presentazione ufficiale svoltasi nel Municipio di Padova, Aperol festeggerà i cent’anni di vita organizzando in Fiera Campionaria sopra il Ristorante Marcopolo, tra i padiglioni 14 e 15, la Terrazza Esterna Aperol. Sarà un modo per ricordare il lancio ufficiale dell’aperitivo italiano dei fratelli Barbieri avvenuto proprio nel giugno 1919 nella prima Fiera di Campioni di Padova. “L’anniversario che Aperol festeggia è un po’ nostro anche perché questo storico brand fu presentato proprio alla prima edizione della Fiera di Padova nel 1919, una ricorrenza che celebreremo con la grande Campionaria del Centenario dal 31 maggio al 9 giugno prossimi, naturalmente con la partecipazione di Aperol”, ha precisato il sindaco di Padova Sergio Giordani.

Aperol sarà presente in fiera con “terrazza aperol”

E per commemorare degnamente anche le sue origini, la birra Itala Pilsen sarà presente in Fiera con i suoi spillatori: la birreria padovana nacque infatti nel 1919 in piazza Spalato (oggi Insurrezione) dalla fusione di due marchi storici locali.

La birra Itala Pilsen sarà presente in Fiera con i suoi spillatori

Percorsi del Gusto

Alla Campionaria dei cent’anni si accede gratis, quindi il pubblico ritorna senza problemi ogni volta che vuole; e tornando perfeziona gli acquisti, assiste a spettacoli e incontri, incontra gente, mangia e beve in un ambiente divertente aperto per dieci giorni fino a mezzanotte.

Quelli che una volta si chiamavano punti ristoro, oggi sono luoghi conviviali in cui è possibile incontrarsi, ascoltare musica e soprattutto assaggiare e acquistare specialità enogastronomiche di tutto il mondo: sono i 100 Percorsi del Gusto.    

Con il Ristorante Marcopolo che riapre in Fiera, venti tra ristoranti, paninoteche, pizzerie, pub, birrerie, gelaterie, cicchetterie, porteranno i prodotti della Puglia, della Romagna, dell’Emilia, del Tirolo, le carni argentine e le tipicità messicane, le pizze di Napoli: grande spazio per chi desidera fermarsi a pranzo o a cena in Fiera, con 500 posti a sedere, sarà sistemato nell’area esterna tra i padiglioni 2-4-5 e 7 denominata Village Food Music Open Air, ma i locali si troveranno disseminati in tutto il quartiere fieristico.

E poi ci saranno gli alimenti in vendita (previo immancabile assaggio), con le specialità dolci e salate siciliane e pugliesi, con il rum cubano, formaggi e salumi calabresi, sardi e pugliesi, pane e focacce liguri, mortazza e pizze del Lazio, tartufi e salumi di Norcia, specialità dell’Umbria, del Veneto e delle zone terremotate d’Abruzzo, cinghiale ligure, boutique alimentari del Sotto Salone di Padova nell’ottocentenario del Salone, e molto altro ancora.

Indietro

Avanti