Dalla Provenza salami e formaggi alla lavanda. Specialità da 12 regioni italiane e dal mondo in Campionaria a Padova

Chi è fin troppo abituato a soppressa e formaggi locali, alla Fiera Campionaria di Padova trova “pane per i suoi denti” nel padiglione che dà molto spazio alle specialità alimentari. Dalla Francia – portate dalla Camera di Commercio Italiana per la Francia, arrivano le delizie di Provenza: salumi e formaggi dai gusti particolari, come nel caso del salame alla lavanda, oppure di canguro, di toro, struzzo, anatra, asino o al Roquefort; o come il formaggio alla lavanda o alle castagne o alle spezie provenzali. Un’altra azienda francese propone i formaggi Crudo di Savoia, ai mirtilli, al pesto, al tartufo, e la versione rossa al pesto e pomodoro. Dalla Puglia le specialità passano dalle olive di Cerignola, Tropea e Taggiasche, ai giganteschi pani di Altamura e pugliese con semola di grano duro da 8 kg, alla grande varietà di taralli: al cacio e pepe o al peperoncino, ai finocchi, alle cime di rapa, curcuma, uvetta e cipolla o in versione multicereali e perfino glassati al limone e vino bianco; ma la novità dell’anno è il tarallo dolce con zenzero e cannella.

Si resta in Italia con la focaccia genovese in arrivo dalla Liguria e le tipicità della Calabria: ‘nduja, soppressa calabrese, cipolle, peperoncino piccante di Soverato; si passa alla Sardegna con pane Carasau e Guttiau, mirto, miele al corbezzolo, muggine, formaggi, salsicce piccanti e dolci; al Veneto con birra artigianale stagionale padovana a km zero, fatta con aggiunta di radicchio o coriandolo, miele di castagno o zucca o bergamotto; spumante di Valdobbiadene e cicchetti veneziani (di carne o pesce, con Spritz e serate a tema). Dalla Sicilia le specialità sono: cannoli, cassate, pasta di mandorle, arancini, gelati, crepes, ma anche olive, conserve, paté, olio e per finire le specialità fatte col pistacchio: pasta, caffè, gelato, cannoli. Dalla Campania: olio biologico e Moscato passito di Caserta, pizzeria napoletana, pasticceria, fritti, caffè (anche nella proposta caffè sospeso), dolci tra cui i celebri babà; ma anche creme naturali di bellezza e anti-età realizzate con olio d’oliva, fichi, limoni, fiocchi di riso. Dal Piemonte Alba e Novara sono protagoniste: la prima propone delizie tipiche come tartufo ubriaco d’Alba, toma di capra, Lonza erborinata in grotta, salami di cervo e cinghiale; la seconda torte di gorgonzola abbinate a fichi o pomodori secchi, cipolla, noci, tartufo, pistacchi di Bronte, peperoncino e Blu latte vaccino. Dall’Umbria arrivano il tartufo di Città di Castello e la ristorazione umbra con vendita di tipicità locali. Dal Lazio: i salumi e i formaggi di Amatrice, ma anche erbe aromatiche e officinali. E poi c’è la liquerizia di tutti i gusti e formati, tra cui spiccano gli spaghetti, le pasticche, i gessetti, i lacci o i sassolini: tutti prodotti biologici realizzati nelle due regioni principi della coltivazione italiana di questa radice, Abruzzo Calabria.  

E ancora: dal Marocco oltre 200 tipi di semi, the, spezie, erbe commestibili o adatte a infusi, a maschere di bellezza: anice verde, anice stellato, sesamo e cannella, polvere di Harissa, semi di miglio. Dal Vietnam spezie e frutta secca. Le proposte in Campionaria riguardano poi prodotti naturali specifici regolatori dell’appetito o antiossidanti: dalla Moringa al baobab africano, calle more di rovo alle bacche di Goji, dalla Spirulina ai funghi Reishi, dal Camu Camu al Ginseng siberiano. Inoltre sono presenti prodotti a base di canapa biologica per uso alimentare o come cosmetici, birre e liquori. E poi le spezie da Libano, Usa, nord Africa, Brasile Etiopia: pepe della Patagonia, fieno greco dall’India, paprika forte dall’Ungheria. E il rhum cubano.

Nell’area esterna sono invece collocati i punti dove consumare i pasti seduti o in movimento: con ristorante argentino (carne, paella, sangria, mojito) ristorante romagnolo (piadine, tortellini e tortelloni, lasagne, carni alla brace), ristorazione emiliana (spianata emiliana), il bar cubano e lo Street Food (panini, salsicce, porchetta, patatine fritte, maialino cotto in forno a legna).  

La Campionaria propone 300 aziende con articoli per la casa e per la persona, per tempo libero, sport, edilizia, abbigliamento e arredamento, un padiglione con automobili dei marchi Audi, Fiat Ford, Hyundai, Kia, Peugeot, Porsche, Volkswagen e il Gruppo Autoteam specializzato in automotive, con veicoli nuovi, a km zero e usati garantiti. Ma sono anche tante le istituzioni che vi espongono: dalla Camera di Commercio di Padova Venicepromex, dalle associazioni imprenditoriali della provincia a Regione Puglia, e le forze armate Esercito, Aeronautica militarePolizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, e ancora Vigili del fuoco, Croce Verde, Protezione Civile, Polizia Urbana di Padova. Incontri culturali e musica tutti i giorni.

Gli eventi di domenica in Campionaria

Domenica 19 dalle 10 alle 23 al padiglione 4 nello stand Upendi Party Princess (Cosplay) Workshop Origami con il maestro Makoto Codice Bianco; poi esposizione auto Itasha con Itascha Italy.

Alle 10.30 al padiglione 8 Associazione Pugliesi PadovaLa linea sacra di San Michele: l’itinerario pugliese, con Maurizio Trabuio, il ciclo- pellegrino padovano direttore della fondazione La Casa Onlus, che Michele anticiperà il suo prossimo viaggio in Puglia lungo la via Francigena alla scoperta della spada di San Michele. Alle 11.30 Confartigianato Padova: Il dolce sapore dell’inclusione. Alle 14 Confesercenti del Veneto CentraleI Folpi De.Co. di Noventa Padovana, prodotto di eccellenza e strumento di promozione e sviluppo del territorio e delle attività economiche. Alle 16.30 Confartigianato PadovaProgetto sostenibilità: la costruzione di un occhiale da sole partendo da uno skateboard e alluminio riciclato.

Domenica 19 tutto il giorno al padiglione 4 il Centro cinofilo sportivo Cuore Mente Corpo A.S.D. di Campodarsego gestito da Chiara Bottaro veterinaria comportamentalista, effettuerà dimostrazioni di attività ludico/sportive (agility e mobility) coinvolgendo il pubblico che (previo appuntamento su cuorementecorpo@outlook.it) potrà provare discipline cino-sportive come Mobilitydog, Rally obedience, Treiball, Nose work e Attivazione mentale. Domenica 19 alle ore 18 (meteo permettendo) sfilata di Scondinzo-naria con il pubblico che potrà partecipare con i propri cani.

E dalle 20.30 alle 22.30 sul palco della galleria 78 i Rotti per caso, cover Band veneta degli 883, eseguirà i cavalli di battaglia della formazione e di Max Pezzali.